News

Sir Safety System

Quale mascherina utilizzare per il COVID-19

MASCHERINE CHIRURGICHE, FFP2 e FFP3: CARATTERISTICHE, UTILIZZO E DURATA

In queste settimane di emergenza sanitaria per la diffusione del Covid-19 ci sono molte domande e dubbi sull’uso delle mascherine protettive, i cosiddetti DPI, dispositivi di protezione individuale, per la protezione delle vie respiratorie, che impediscono o limitano l’inalazione di particelle disperse nell’aria a seconda del filtro utilizzato. Questo è l’elemento chiave in quanto, in base a quale sia lo scopo ed il modo in cui vengono impiegate, cambia l’efficacia del filtro e di conseguenza il livello di protezione che viene assicurato.

Quale mascherina scegliere?

Le mascherine di protezione si differenziano per tipologia, caratteristiche e quindi capacità filtrante. In ogni caso, devono rispettare alcune norme che definiscono gli standard tecnici e di sicurezza per l’uso cui sono destinate.
Per poter essere davvero efficaci, le mascherine di protezione devono rispettare i criteri del sistema di normazione tecnica, che in Italia è definito dall’UNI, l’Ente nazionale italiano di unificazione, in particolare devono essere conformi alla norma UNI EN 14683:2019.

LE MASCHERINE CHIRURGICHE:

(UNI EN 14683:2019 + AC:2019)
Le mascherine chirurgiche sono quelle che rispettano la norma UNI EN 14683:2019 + AC:2019 che definisce “la costruzione, la progettazione, i requisiti di prestazione e i metodi di prova per le maschere facciali a uso medico destinate a limitare la trasmissione di agenti infettivi da parte del personale ai pazienti durante le procedure chirurgiche e altre attività mediche con requisiti simili”.

Quale mascherina utilizzare per il COVID-19?
È opportuno scegliere la mascherina in funzione del rischio di trasmissione di Sars-Cov-2 a cui si è esposti.
Le mascherine chirurgiche devono essere utilizzate da persone positive o potenzialmente positive al Covid-19.
Le FFP2 sono indicate a chi è esposto a un rischio medio-basso e utilizzate dagli operatori sanitari che assistono positivi o potenzialmente positivi.
Le FFP3 sono per chi è esposto ad alto rischio e devono essere indossate da medici e operatori sanitari che assistono soggetti infetti o potenzialmente tali, in particolare durante manovre che producono maggiore aerosolizzazione come intubazione, bronco aspirazione a circuito aperto e broncoscopia.
Per un funzionamento ottimale, è necessario che il dispositivo di protezione si adatti perfettamente ai contorni del viso, coprendo sia il naso sia la bocca.
L’uso delle mascherine di protezione deve essere inoltre accompagnato dall’assoluto rispetto di appropriate norme igieniche: in particolare, è necessario lavare le mani prima e dopo aver tolto la mascherina e smaltirla in modo idoneo, gettandola in un sacchetto che andrà chiuso e gettato nei rifiuti non riciclabili, per evitare così il contatto della mascherina con le superfici oppure da parte di altre persone, oltre che rispettare il distanziamento sociale di cui sentiamo ormai parlare da settimane.
Continuate a seguirci per sapere come la SIR SAFETY SYSTEM SPA stia affrontando l’emergenza Coronavirus.

Mascherine FFP1, FFP2, FFP3

(UNI EN 149:2009)
Per poter parlare di mascherine di protezione delle vie respiratorie bisogna guardare ad altre norme, in particolare alla UNI EN 149:2009 di recepimento della normativa europea EN 149:2001 + A1:2009 che definisce “i requisiti minimi per le semi-maschere filtranti antipolvere utilizzate come dispositivi di protezione delle vie respiratorie” prevedendo tre classi di protezione in base all’efficienza filtrante, vale a dire FFP1, FFP2 e FFP3.
La sigla FFP sta per Filtering Face Piece, in italiano “facciale filtrante delle particelle”, e differiscono tra loro in funzione dell’efficacia filtrante (limite di penetrazione del filtro con un flusso d’aria di 95 L/min) e della perdita totale verso l’interno (TIL, Total Inward Leakage, la % di aria in ingresso nell’area di respirazione e quindi anche di inquinanti ambientali o agenti potenzialmente patogeni come ad esempio il Sars-Cov-2).

Le mascherine FFP1 assicurano un primo livello di protezione delle vie respiratorie in ambienti polverosi e che contengono particelle in sospensione.

FFP1

Le mascherine FFP2 offrono un secondo livello di protezione delle vie respiratore e sono generalmente utilizzate nell’industria tessile, mineraria, farmaceutica, siderurgica, industrie agricole e ortofrutticole, della carrozzeria automobilistica, del legno (tranne il legno duro), nei laboratori di analisi e anche dagli operatori sanitari o personale esposto a rischi basso-moderati.

FFP2

Le mascherine FFP3 sono comunemente utilizzate nell’industria tessile, mineraria, farmaceutica, dell’edilizia e costruzioni, siderurgica, trattamento dei rifiuti, nei laboratori di analisi e anche dagli operatori sanitari che assistono individui infetti o potenzialmente infetti e personale di ricerca esposto ad alto rischio.

FFP3

Altre news

  • Come stiamo affrontando l’emergenza Covid-19?

    La SIR SAFETY SYSTEM SPA, in queste settimane di emergenza, sta gestendo le migliaia di richieste pervenute nel minor tempo possibile. ...

    leggi la news
  • SICUR 2020

    Dal 25 al 28 febbraio 2020 Sir Safety System Spa parteciperà per la prima volta alla fiera SICUR di Madrid, International Security, Safety and Fire Exhibition. SICUR è il principale ...

    leggi la news
  • A+A 2019

    Dal 5 all’8 Novembre 2019 torna A+A, la Fiera leader a livello mondiale per la sicurezza e la salute sul lavoro. Forte crescita, maggiore internazionalismo, visitatori sempre più ...

    leggi la news

Altre news